Leonardo Pieraccioni a Striscia la notizia sembra uscito dalla sala trucco di Tale e Quale Show

Caro Carlo Conti, tra gli ospiti del tuo Festival di Sanremo 2015 non potrà mancare il tuo amico fraterno, nonché ex attore che sbancava i botteghini al cinema, Leonardo Pieraccioni. Fossi in te però sarei un tantino preoccupato. Il Pieraccioni che sta conducendo Striscia la notizia su Canale 5 insieme a Maurizio Battista, non è il Pieraccioni giovane, brillante e di moda de Il ciclone.

Il Pieraccioni di Striscia la notizia sembra uscito dalla sala trucco di Tale e Quale Show, sembra la parodia di Pieraccioni fatta male e truccata peggio.

Il tempo passa per tutti e per qualcuno passa peggio che per altri. E’ il caso di Pieraccioni, al quale va dato atto di non fare nulla per nascondere che anche su di lui il tempo passa. Il faccione pienotto e il panciotto tondo lui li porta con la serenità di chi è rassegnato al fisico che il tempo ci dà e, giustamente, non se ne vergogna. E’ un esempio positivo rispetto ai tanti televip che fanno patti con il diavolo-chirurgo estetico pur di rimanere quello che fisicamente erano all’apice del loro successo. Pieraccioni se ne frega e si presenta al vastissimo pubblico di Striscia la notizia così come è oggi. Certo la magliettina girocollo grigia sotto la giacchetta striminzita non lo aiutano a valorizzare il suo look “old grunge style”. Così come non lo aiuta la barbetta incolta che un tempo era il segno distintivo del suo look giovanile. Non lo aiuta il contesto televisivo dello studio ritmato di Striscia la notizia. Lui ha i tempi cinematografici che, abbinati al tempo che è passato così male sul suo volto, sembrano tempi da pachiderma televisivo. Al suo fianco, persino il cabarettista Maurizio Battista, che non è un adone, sembra più fresco, giovane, dinamico. Ad inizio trasmissione, quando da solo deve fare il monologhetto con le due battutine sulle notizie del giorno, sembra uno che ha perso il treno ed è reduce da 4 ore nella sala d’aspetto di una stazioncina di provincia. Già, il treno. Il treno di Leonardo Pieraccioni ha corso per molto tempo sulle ali dell’entusiasmo e della intuizione produttiva di Rita Rusic. Il treno di Leonardo Pieraccioni, da quella freccia rossa che era, è diventato un treno regionale che fa una corsa ogni tanto e con pochi passeggeri a bordo. Onore al merito per il fatto di non aver paura di “abbassarsi” a fare Striscia la notizia per rimanere popolare e non finire nel dimenticatoio visto che il cinema per lui oggi non è da freccia rossa. Caro Carlo Conti, se come è altamente probabile gli farai calcare il palcoscenico dell’Ariston, oltre ad un intervento massiccio del miglior trucco, parrucco e sartoria, dovrai chiedere agli autori uno sforzo speciale per cucirgli addosso dei testi che non lo facciano sembrare il fratello caduto in disgrazia del Gabibbo come appare in questi giorni a Striscia la notizia.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: