Piccoli privilegi di non essere abbonato a Sky

Cara Simona Ventura, la prima puntata di Simona goes to Hollywood ha mantenuto le aspettative generate dai tuoi tweet. Sono un po’ giù perché bloccato a casa da una fastidiosissima influenza che mi sta facendo correre dalla stanza da letto al bagno, e tu mi hai risollevato il morale facendomi ridere dal primo all’ultimo minuto di trasmissione. Il cinema visto dalla tua limousine è trash almeno quanto l’abbinamento rosa e celeste di camicia e pantaloni che indossi. Il tuo viaggio nella Los Angeles glamour non ci dice niente, ma proprio niente, dei film in corsa per gli Oscar. Ogni tuo incontro è la scoperta di una donna-bambina, che ha nel suo vocabolario poche parole: “fantastico!” e “che meraviglia!”. Continua a leggere

Annunci

Simona Ventura goes to Hollywood ed ha un’ideona per la promozione del cinema italiano all’estero

Cara Simona Ventura, si avvicina la Notte degli Oscar 2012 che tu commenterai per Sky in una trasmissione quotidiana intitolata, senza falsa modestia, Simona Goes to Hollywood (dal 20 febbraio su SkyUno alle 21.10). Per Sky Cinema, e dico Sky Cinema, condurrai la lunghissima diretta del 26 febbraio in cui verranno assegnate le prestigiose statuette cinematografiche. Non ci sono candidature di film, attori e registi italiani quindi se vorrai essere nazional popolare dovrai accontentarti di magnificare come solo tu sai fare l’arte dei soliti costumisti italiani di cui ci ricordiamo l’esistenza solo quando ci sono gli Oscar. Nell’attesa di andare in onda, stai raccontando su twitter le tue giornate a Los Angeles, una cronaca appassionante fatta di tweet come questi: Continua a leggere