Sergio Mattarella rieletto Presidente della Repubblica per altri 7 anni: se non si metterà a fare il picconatore, nemmeno Maria De Filippi potrà renderlo televisivamente interessante

Dopo una settimana intensissima di copertura televisiva dell’evento istituzionale “Elezione del Presidente della Repubblica”, abbiamo un nuovo Presidente: Sergio Mattarella, ovvero, il vecchio presidente. Per la seconda volta nella storia, i “grandi elettori” hanno deciso di rieleggere un Presidente della Repubblica per un secondo mandato. Fiumi di parole accompagneranno questa scelta per i significati politici e di crisi di sistema che ha.

Da cittadino sono profondamente contrario a questa scelta e anche al fatto che il Presidente Mattarella abbia accettato il secondo incarico. È uscito a testa alta dai suoi 7 anni come Presidente della Repubblica. Non accettando di salvare i politici incapaci di trovare il suo successore avrebbe legittimato quei 7 anni e, a mio avviso, avrebbe reso un servizio ancora più importante alla Repubblica.

Mi chiedo: “In Italia non c’è una persona all’altezza di sostituire il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che non sia Sergio Mattarella? Politici, grandi elettori e partiti vogliono farci credere questo? Allora Ruby è la nipote di Mubarak.

Il giorno dopo questa storica rielezione la prima riflessione però non è quella politica del cittadino ma quella televisiva del blogger. Con altri 7 anni di Mattarella al Quirinale viene meno qualsiasi curiosità rispetto alla copertura televisiva degli eventi presidenziali. Sarà tutto un già visto, sarà tutto come una noiosissima replica. A meno che Mattarella non cambi radicalmente il suo stile di comunicazione e di approccio con la carica trasformandosi in un picconatore come Francesco Cossiga, il suo appeal televisivo è destinato a cadere nell’ordinario, se non nell’anonimato.

Gli esperti di comunicazione del Quirinale cercheranno di valorizzarne l’ulteriore scatto di anzianità di ottantenne bisnonno di tutti gli italiani. Ma sarà una impresa davvero impossibile trasformarlo in un nuovo protagonista della scena mediatica. Se come sembra, Mattarella è intenzionato a portare a termine ulteriori 7 anni di mandato, nemmeno se entrasse nel cast di Uomini e Donne di Maria De Filippi potrebbe rimanere protagonista della scena televisiva visto che quei volponi argentati che trova Maria lo surclasserebbero.

Tra i tanti limiti della rielezione di Mattarella c’è la inevitabile perdita d’interesse che avrò rispetto a quello che Mattarella farà e dirà. Anche perché le sue ultime apparizioni televisive, che hanno riempito il cuore di tutti perché erano quelle in cui si congedava da noi e dal suo incarico ribadendo che così prevede la Costituzione, oggi mi appaiono decisamente meno intense e toccanti.

Rivedere oggi il suo ultimo discorso di fine anno mi dà l’idea che non posso più credere a quello che mi dirà da oggi in poi. È un mio modo di essere e di pensare: se un Presidente della Repubblica mi dice che se ne va, per me se ne va. Non resta là.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.