Ballando con le stelle di Rai 1: l’incubo del sabato sera

Rai 1 con Ballando con le stelle perde con sempre maggiore distacco la sfida del sabato sera autunnale contro Canale 5 che ieri con Tu sì que vales ha fatto 7 punti di share in più (26.9% contro 20%). Il problema è che questa sconfitta non avviene presentando al pubblico un varietà di alta qualità. È così da anni. Da anni lo scrivo.

Ma quest’anno, l’anno dell’esplosione della pandemia Covid-19, è per me inaccettabile che questo inguardabile spettacolo vada in onda sulla rete ammiraglia del servizio pubblico Rai.

L’obiettivo di offrire una serata di intrattenimento che possa contribuire ad alleggerire la pesantezza del momento storico, fallisce miseramente davanti alle discussioni tra Selvaggia Lucarelli e una new entry del cast (di cui non so il nome e non lo voglio sapere) che interpreta nelle intenzioni del programma “la voce del popolo”. E poi: le frasi biascicate da Guillermo Mariotto in uno stato di euforia permanente di cui preferisco non conoscere la causa; la presidente di giuria Carolyn Smith un tempo gradevole ed oggi regina dell’antipatia; Ivan Zazzaroni erroneamente convinto di essere tanto saggio quanto indispensabile; Fabio Canino, perennemente immerso nel ruolo di difensore dei diritti civili senza rendersi conto della sua inefficacia; Roberta Bruzzone, la criminologa di ferro che parla con una determinazione inquietantemente angosciante; Alberto Matano, il giornalista buonista del momento di cui non sentiremo più parlare non appena la forza politica a cui piace sarà minoranza nel Paese. E ultimo, ma non ultimo, un cast scelto per essere spremuto goccia dopo goccia principalmente per i suoi difetti. Da un punto di vista produttivo poi, nel rapporto costo-resa, stiamo parlando di un programma in diretta surclassato negli ascolti da un programma montato. Ecco come è ridotta la “grande” Rai. Di Milly Carlucci dico solo che è come Maria De Filippi. Ecco, appunto.

Una risposta a "Ballando con le stelle di Rai 1: l’incubo del sabato sera"

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.