C’è Posta per Te di Maria De Filippi: dopo tanti anni ancora fa impressione

Cara Maria De Filippi, sabato scorso si è conclusa l’edizione 2015 di C’è Posta per Te, ennesimo successo di pubblico di Canale 5 con cui hai annichilito la concorrenza di Rai 1. Nel finale di puntata hai trasmesso una clip riassuntiva dei momenti più significativi di questa edizione.

Ti dico quello che mi ha più impressionato. Tu seduta accanto ad una giovane madre di quattro figli che ha perduto il marito di 31 anni [ qui a 1 ora e 44 minuti ].

La suocera e la cognata hanno scritto a C’è Posta per Te per chiederle pubblicamente di tornare a vivere la sua giovane vita di mamma e non solo di vivere minuto per minuto nel ricordo del loro amato figlio e fratello. Dopo 10 mesi dal lutto la ragazza non si rassegna alla scomparsa così prematura dell’amore della sua vita e del padre dei suoi figli. Le lacrime scorrono a fiumi in studio mentre racconti la loro storia. C’è il calciatore Gigi Buffon, il mito del giovane marito scomparso, come sorpresa per la giovane donna. Tra un fiume di lacrime e l’altro, le presenti il suo suo nuovo datore di lavoro che le hai trovato tu. Ora non è più disoccupata. Ma a farmi impressione è il momento in cui ti siedi accanto a lei e con una mano sulla spalla le leggi la letterina con cui la cognata e la suocera le chiedono di tornare a vivere la sua vita. E’ uno straziante elenco di tutte le qualità del marito, di tutte le cose belle che hanno vissuto insieme, di tutto l’amore che si volevano. E mentre la giovane donna lacrima di un dolore profondo tu continui a leggere con una precisione chirurgica quell’elenco di vita vissuta che la donna non potrà mai dimenticare e segnerà per sempre la sua vita futura. Una lettura che in confronto la sceneggiatura di Ghost è quella di un film comico. Cara Maria De Filippi, le storie che scegli ed il modo che hai di presentarle e di raccontarle sono la forza indiscussa di C’è Posta per Te. Anche le star hollywoodiane e quelle nazional popolari di casa nostra che ospiti in abbondanza, sono niente di fronte alla tua presenza; ti fanno semplicemente da valletti e vallette. Milly Carlucci, conduttrice di una insignificante edizione di Notti sul ghiaccio che Rai 1 ha contrapposto a C’è Posta per Te, ha fatto i complimenti a te e al tuo staff ricordando la vostra bravura e professionalità. Però, per giustificare la pesantissima sconfitta di ascolti, ha anche detto che C’è Posta per te ha avuto due importanti vantaggi tecnici: essere già in onda da alcune settimane prima di Notti sul ghiaccio e aver utilizzato in modo strategico i blocchi pubblicitari (lo ha detto a Tv Talk, Rai 3 del 14/3/15). Dalle sue affermazioni è scaturito perfino uno scambio polemico tra curatori dei programmi con un botta e risposta pepatissimo su Tv Blog – Blogo nei post di [ Hit ] e [ Mr. Odo ]. Cara Maria De Filippi, in romanaccio direi che la Carlucci, per giustificare il flop suo e di Rai 1, “s’è attaccata ar fumo de la pippa” (al fumo della pipa, in italiano). Le scuse tecniche addotte non giustificano la differenza di 14/15 punti share di ascolto che le hai rifilato tutte le puntate. L’unica verità è che dopo tanti e tanti anni le storie delle persone scelte da Maria De Filippi, raccontate da Maria De Filippi come solo Maria De Filippi sa raccontarle, ancora impressionano il pubblico televisivo del sabato sera. E fa ancora più impressione che dopo tanti e tanti anni, Rai 1 ancora non abbia trovato l’antidoto a questa epidemia impressionante di pubblico che gli sottrai sistematicamente con C’è Posta per Te.

Annunci

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...