A Porta a Porta l’avvocato d’altri tempi e la criminologa moderna: quando la tv sembra cinema

Caro Bruno Vespa, a quindici giorni dal Santo Natale, la cronaca ti costringe ad occuparti dell’omicidio di un bambino di otto anni per il quale l’autorità giudiziaria, a dieci giorni dal ritrovamento del cadavere, ha disposto il fermo della madre.

“Le indagini sono solo all’inizio” hai ripetuto più volte ieri durante la puntata di Porta a Porta.

Non hai potuto produrre ancora un plastico della casa perché non si sa ancora se la casa c’entra con l’omicidio. “Le indagini sono solo all’inizio” ma tu intanto una puntata di Porta a Porta sei tenuto a farla; la fanno tutti, figuriamoci se non la deve fare Bruno Vespa. “Le indagini sono solo all’inizio” hai detto tu e, “non siamo qui a fare il processo in televisione”, ha detto il magistrato Simonetta Matone, tua frequente ospite specializzata in questi casi. Di fronte a lei, a non fare il processo in tv, c’era anche la criminologa Roberta Bruzzone che ormai tu hai quasi in esclusiva come ospite. “Le indagini sono solo all’inizio” hai detto tu e “non siamo qui a fare il processo in televisione” ha detto il magistrato Simonetta Matone e visto che non era vostra intenzione fare alcun processo hai ospitato anche l’avvocato difensore della famiglia del bambino ucciso: l’avvocato Francesco Villardita. Si tratta di un avvocato di quelli con l’oratoria fluente che nemmeno un’eruzione dell’Etna riuscirebbe a distrarre dalla sua requisitoria continua. Un avvocato che cavilla su tutto, che precisa tutto, che chiosa tutto. Un avvocato che cita articoli del codice penale tra un “la giustizia  in Italia è amministrata in nome del popolo italiano!” ed un “ritrovatemi quello zainetto!”. Caro Bruno Vespa, è un avvocato che a te piace. Televisivamente funziona molto bene e lo lasci parlare senza interromperlo più di tanto. Che sia televisivamente efficace lo dimostra anche il fatto che le due esperte di comunicazione televisiva Bruzzone e Matone, scalpitavano per farci il contraddittorio e lui le ha domate con la sua oratoria da aula di tribunale grazie anche alla tua generosa benevolenza nel concedergli tutto il tempo che voleva. E mentre parlava si sentivano in sottofondo le parole smozzicate di commento, soprattutto di Roberta Bruzzone, che non ci stava a farsi ingabbiare nella requisitoria togata del nuovo arrivato nel firmamento mediatico-giudiziario. Caro Bruno Vespa, ieri a Porta a Porta quando parlava l’avvocato Francesco Villardita sembrava di essere in un’aula di un tribunale cinematografico più che televisivo. Il suo linguaggio articolato ma ben definito è figlio di una oratoria e di una cultura legale di altri tempi che sembra uscita dalla penna di uno sceneggiatore. Davanti a cotanta efficacia comunicativa tu ti sei quasi messo in disparte e da grande esperto di televisione hai lasciando che emergesse in tutta la sua evidenza il contrasto con il modo moderno di parlare e di argomentare della criminologa Bruzzone. Lui, lento, ridondante e declamatorio. Lei, velocissima, sicurissima di sé e perentoria. Ti sei limitato a battere il ciak senza nemmeno dover dire “Azione!”, visto che l’avvocato d’altri tempi provocava una reazione dell’interlocutrice perfettamente funzionale a come volevi che si sviluppasse il racconto. Caro Bruno Vespa, è vero, le indagini di questo terribile omicidio sono solo all’inizio ma anche se fossero già finite per me quella di ieri è stata comunque la migliore puntata di Porta a Porta dell’anno 2014. Vedere la criminologa Roberta Bruzzone saltare dalla comoda poltrona di opinionista e sentirla lamentarsi in sottofondo mentre tu concedevi tutto lo spazio all’avvocato d’altri tempi, è la dimostrazione che la televisione può avvicinarsi alla capacità del grande cinema d’autore di creare personaggi indimenticabili.

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: