Luisella Costamagna va a fare il cane da guardia del potere su Agon Channel Italia

Cara Luisella Costamagna, io ti propongo come erede di Giovanni Floris a Ballarò e ti ritrovo come volto di Agon Channel Italia, l’emittente che il 1 dicembre 2014 darà inizio alle trasmissioni sul canale 33 del digitale terrestre (stasera la cerimonia inaugurale).

Va bene che le vie del giornalismo televisivo sono infinite ma a quanto pare per te erano finite e l’unica offerta professionalmente accettabile l’hai ricevuta dal canale albanese che il padre padrone, l’imprenditore Francesco Becchetti, ha voluto regalare anche al pubblico italiano.

Sei una delle star della tv italiana su cui Becchetti punta per far sembrare Agon Channel meno albanese. Il progetto, che sulla carta sembra ambizioso, in realtà è ambiziosissimo. Dice Becchetti:

“Ragiono da imprenditore ma seguo l’istinto. Visto gli studi? Ci ho buttato 40 milioni in questa sfida. Voglio lanciare un segnale, bisogna osare. In Italia la tivù generalista soffre, io la voglio rilanciare” (da la Repubblica del 23/11/14, articolo di Paolo Berizzi).

Per rilanciare la tv generalista italiana ha pensato all’attrice Sabrina Ferilli che esordisce come conduttrice di talkshow, a Pupo come capo di tutti i quiz, ad Antonio Caprarica come capo delle news flash (non più di 10 minuti a notiziario), a Maddalena Corvaglia per condurre un talent sui bodyguard e a molti altri comprimari. La serata inaugurale del canale stasera sarà condotta da Simona Ventura così anche lei mette il piedone in questa nuova realtà in attesa di futuri sviluppi. Cara Luisella Costamagna, l’avvento di Agon Channel sarà utile a molti professionisti che non trovano spazio nelle realtà televisive più consolidate come conferma la tua decisione:

“E’ un programma che finalmente mi permette di tornare a fare il mio mestiere. Me l’ha offerto Francesco Becchetti, non me lo ha offerto un altro. E quindi io seguo, vado, dove come da sempre posso fare liberamente il mio mestiere. E’ capitata questa, è un’esperienza nuova e io sono  notoriamente nomade. Però il principio è il merito, poter tornare a fare liberamente il mio mestiere e altre possibilità non c’erano. Me lo fanno fare a differenza di molti altri che non me lo fanno fare.” (da Repubblica Tv, servizio di Francesco Gilioli e Antonio Nasso).

Ecco come sarà la trasmissione che altre tv nazionali non ti hanno fatto fare:

“Dei faccia a faccia, quindi interviste. Non so magari se ci saranno delle elezioni in primavera uno tarerà e si adatterà, però l’idea iniziale è quello di fare appunto un programma di interviste dirette, senza sconti come diciamo è nel mio carattere e come dovrebbe essere il giornalismo in generale. Su questo non ci sono dubbi. In cui insomma è anche un percorso sull’attualità politica, su quello che succede ma anche sul personaggio che ci sarà per conoscerlo meglio, con dei colpi di scena, delle rubriche e delle cose particolari, appunto, su politica, attualità e personalità di quel determinato personaggio. Insomma, vedremo se accetteranno il confronto (da Repubblica Tv, servizio di Francesco Gilioli e Antonio Nasso).

Cara Luisella Costamagna, pare che l’obiettivo del tuo nuovo editore Becchetti sia quello di far raggiungere quanto prima ad Agon Channel Italia l’1% di share, anche se poi aggiunge che non si pone limiti. A quanto dici, anche tu non avrai alcun limite e questo consolida la tua proverbiale determinazione:

“Ho sempre fatto la giornalista senza compromessi, prima in televisione, lo faccio sulla carta stampata. Credo di essere uno dei pochi casi di passaggio dalla televisione alla carta stampata mentre invece c’è un travaso dalla carta stampata alla televisione negli ultimi anni. Però io ho sempre fatto la giornalista senza compromessi. Per me il giornalista dovrebbe essere senza compromessi, senza raccomandazioni, watchdog, cane da guardia del potere, in Italia molti cani da salotto del potere (da Repubblica Tv, servizio di Francesco Gilioli e Antonio Nasso).

Cara Luisella Costamagna, se è ambizioso il voler raggiungere l’1% di share, è ambiziosissimo pensare di poter fare il cane da guardia del potere da una tv neonata che non si sa quando raggiungerà l’1% di share. Capisco che l’astinenza da conduzione di un programma televisivo si trasforma in esaltazione quando si torna ad averne uno, ma stai per fare un programma di interviste su Agon Channel; se riuscirai ad abbaiare al potere, saranno quattro gatti ad accorgersene.

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: