Caterina Balivo, Raffaello Tonon ed il borsello anni ’70 di zio Alfonso

Cara Caterina Balivo, è solo un anno che Rai 2 manda in onda, inspiegabilmente, Detto fatto e siete già a corto di idee per i tutorial. Scegliere esperti di stile come Raffaello Tonon evidentemente non aiuta. Il fatto che Tonon abbia un suo spazio in un programma che non sia una televendita mi lascia sgomento. Il fatto che questo spazio glielo offra Rai 2 non mi meraviglia affatto. Ieri avete detto, e purtroppo anche fatto, un tutorial vintage irridendo all’uso del borsello di cuoio Anni ’70 un po’ come fece alla fine degli Anni ’70 Carlo Verdone facendolo indossare al suo personaggio Furio.

 

Ecco che fa il suo ingresso in studio un giovane modello con il borsello e Tonon inizia a deridere l’oggetto:

“Questa non è una borsetta, questo è un borsello. Solo la parola ti fa venir la pelle d’oca. In effetti negli anni ’70 c’è stato un momento di tracollo del gusto e quindi per qualche anno è stato di moda, dopodiché gli stilisti sono subito corsi ai ripari”.

Gli autori sono molto attenti e ti fanno giocare la prima delle due carte jolly per sostenere un tutorial debole:

“Ma mio zio Alfonso ce l’ha ancora il borsello! Il marito di zia Melina!”.

Il modello scelto da Detto fatto ha 21 anni e serve per farti continuare la scenetta-tutorial:

“Hai 21 anni? E giri con il borsello? Zio Alfonso ce ne ha settanta!”.

Anche Tonon si aggancia alla trovata degli autori sullo zio Alfonso:

“Ecco, allora, bisogna dire allo zio Alfonso, anzi a zia Melina perché è la donna che decide. Allora zia Melina butti il borsello a suo marito e comprate qualche altra cosa che adesso vi suggerisco”.

Cara Caterina Balivo, il secondo jolly che gli autori ti mettono a disposizione è l’uso del borsello da parte dei vip le cui foto vengono da voi utilizzate spessissimo in tutti i vostri tutorial per sostenerli con qualcosa di più concreto come il gossip. Eccoti pronta a mostrare tre foto:

“Scusate però, molti usano il borsello. Io insisto, a parte mio zio Alfonso, anche altre persone usano il borsello e guardate chi. Zio Alfonso sei cool! Come loro! Come David Beckham! Come Sergio Muniz! E come il capitano della Roma Francesco Totti!”.

Tonon interviene per bocciarli:

“No adesso con buona pace di zio Alfonso e di zia Melina. Sai che ti dico? Ha più senso che ce l’abbia lo zio Alfonso che ha settant’anni, cioè che è rimasto legato alla sua moda, piuttosto che vedere questi che sono delle star, belli, che si perdono in un bicchiere d’acqua e perdono tutto il loro charme”.

Cara Caterina Balivo, gli autori non ti hanno messo a disposizione un terzo jolly per portare questo tutorial finalmente alla realtà della “tracollina”. Soprattutto nel periodo estivo la tracollina da uomo è ormai un accessorio utilizzatissimo dagli uomini di tutte le età ed estrazioni sociali. Le trovi a 3 euro dal cinese e a 150 euro nel negozio grandi firme (ed erano quelle indossate dai vip da te mostrate). Ma voi di Detto fatto ieri volevate fare i comici sul borsello di cuoio Anni ’70 e ci siete riusciti perché le soluzioni per essere alla moda proposte dal tutor Raffaello Tonon hanno fatto ridere tantissimo. La prima soluzione di Tonon:

“Si può sostituire o con un pantalone con le tasche laterali, quelle tasche laterali un po’ larghe sulla gamba, mi raccomando da non riempire troppo sennò sembrate dei fagottoni”.

Cara Caterina Balivo, hai capito? I tasconi laterali per Tonon sono più cool della tracollina! Che tutorial alla moda! Ma non finisce qui perché il bello alla Benny Hill deve ancora venire. Tonon sfodera la soluzione di tutte le soluzioni:

“Oppure molto di moda è lo zaino portato su ambo le spalle mi raccomando quello come puoi notare è anche semirigido quindi uno volendo può metterci anche il computer, ci metti tutto ciò che ti occorre”.

Tu ed i tuoi autori siete pronti a sostenerlo:

“Molti uomini della City lo usano, lo sai? E’ di moda a Londra”.

Raffaello Tonon è incontenibile e propone una soluzione orrida:

“Può essere di pelle o può essere di tessuto tecnico. Queste borse sono un’alternativa della borsa da lavoro, la classica ventiquattrore, io quello che consiglio è il tessuto tecnico”.

Cara Caterina Balivo, credo che persino zio Alfonso e zia Melina avranno trovato questo tutorial di Detto Fatto meno utile ed interessante delle televendite di Raffaello Tonon sulle vasche da bagno per anziani che vanno in onda sulle tv locali.

Annunci

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.