L’Italia è una grande amica dell’India altrimenti non avrebbe acquistato e trasmesso su Rai 1 tutti quei film di Bollywood

Caro direttore di Rai 1 Mauro Mazza, prima di essere un direttore di rete sei un giornalista e starai prestando la dovuta attenzione al caso dei due marò italiani accusati di aver ucciso due pescatori indiani avendoli scambiati per dei pirati che attaccavano una petroliera italiana in acque internazionali. E’ in atto un braccio di ferro difficile e delicatissimo tra la diplomazia italiana e quella indiana per stabilire a chi spetta processare i due militari. I rapporti tra Italia e India sono buoni ma in questo caso sembra proprio che l’India non voglia cedere la giurisdizione del caso all’Italia che dice di averne diritto sulla base delle leggi e degli accordi internazionali. Se gli sviluppi dovessero volgere al peggio (i due marò condannati per omicidio in India) i buoni rapporti tra Italia ed India ne risentirebbero molto e per molto tempo. Che l’Italia sia una grande amica dell’India ne ha dato una futile dimostrazione anche la tua Rai 1 che la scorsa estate ha dedicato una prima serata a settimana alla programmazione dei film della Bollywood indiana. L’acquisto massiccio della produzione cinematografica indiana è una dimostrazione inequivocabile che l’Italia è amica dell’India e quest’ultima dovrebbe mettere da parte qualsiasi sentimento anti italiano solo per quello. Conoscendo la logica dei direttori di rete anche la prossima estate replicherete i film indiani e ne trasmetterete di nuovi sempre che il caso dei marò si concluda bene. Se i due marò rimanessero a marcire in un carcere indiano in attesa di una condanna a morte, ti sarebbe molto difficile riempire le serate estive degli italiani coi musicarelli indiani, così smaccatamente indiani, nei costumi, nelle trame, nei volti dei protagonisti. Mangiare il cocomero a ferragosto al ritmo delle musichette indiane potrebbe rivelarsi indigesto per i telespettatori di Rai 1. Caro direttore di Rai 1 Mauro Mazza, in India adorano i loro film e i loro attori a tal punto che se fossi un diplomatico non escluderei la possibilità di giocarmi anche “la carta Bollywood” proponendo come baratto la trasmissione su Rai 1 dei loro film anche per tutta la prossima estate. Chissà, forse sono più sensibili ai diritti cinematografici che al diritto internazionale.

3 risposte a "L’Italia è una grande amica dell’India altrimenti non avrebbe acquistato e trasmesso su Rai 1 tutti quei film di Bollywood"

  1. ilGrandeColibrì 9 marzo 2012 / 10:40

    Speriamo che trasmettano il film “I am” di Onir, che sta spopolando in India e che dev’essere davvero molto interessante (link: Sorpresa agli Oscar del cinema indiano).
    p.s.: per fortuna l’arte parla un linguaggio universale che non si ferma davanti alle divisioni politiche…

    • akio 9 marzo 2012 / 11:04

      non ho nulla contro il cinema indiano se poi è di qualità e d’autore ancora meglio… ma visto che dall’india arrivano segnali di sentimento anti Italiano (lo ha detto il portavoce del nostro ministero affari esteri) ho voluto usare questo modo futile per dire che da parte nostra non è così… tra l’altro quei film fanno ottimi ascolti durante la programmazione estiva… ciao grande colibrì

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.