La corsa per fiction a ritirare i nostri soldi dalle banche

Caro Corrado Formigli, anche ieri ho preferito Servizio Pubblico di Santoro al tuo Piazzapulita come concilia-sonno ed ho sbagliato perché questa mattina al bar ho scoperto che ieri hai immaginato, tramite una vera e propria fiction, l’effetto più terribile di un possibile fallimento economico dell’Italia: la corsa dei risparmiatori a ritirare i loro soldi dalle banche. Un cliente del bar dove ho fatto colazione si è rivolto al proprietario dicendogli: “Hai visto ieri sera la fiction su La7… cò la gggente che trovava le banche chiuse e i bancomat che nun je davano li sordi? Hanno fatto vedè li giornalisti che intervistavano quelli che erano riusciti a ripiasse li soldi che je uscivano dalle tasche . Aòò! M’ha fatto impressione perché me so detto… ma tu ce penzi, si succede pè davero?”. Caro Corrado Formigli, tra le accuse più cocenti che in questi anni sono state rivolte a Michele Santoro c’è quella dell’uso delle “ricostruzioni filmate” realizzate sulla base della pubblicazione delle intercettazioni telefoniche. Si è più volte detto che gli attori con le loro capacità professionali potessero in qualche modo alterare i significati dei sacri testi intercettati con sfumature fatte di espressioni del viso e dizione più o meno pronunciata di frasi e parole (per non parlare delle pause e dei sospiri). Anche per dare una strigliata a chi come me ritiene il tuo Piazzapulita una trasmissione figlioccia di Annozero, tu sei andato oltre la ricostruzione filmata, sei andato alla fiction immaginaria. Penso ai vecchietti che stavano vedendo Don Matteo 8 ai quali è arrivata la telefonata allarmata di qualche figlio apprensivo: “Che state vedendo Piazzapulita di Formigli su La7? No? Bene, continuate a vedere Don Matteo e non mettete su La7 mi raccomando”. Quei figli che lo hanno fatto hanno tutta la mia comprensione. Per un vecchietto che vive di pensione ed ha messo in banca i suoi pochi o tanti risparmi, vedere una fiction come quella che ha descritto il cliente del bar potrebbe fargli perdere il sonno e la serenità. Per fortuna Piazzapulita dopo un boom iniziale di ascolti che gli ha fatto toccare quasi il 10% è tornata a navigare a quote basse di audience così saranno in pochi ad essersi impressionati per la tua fiction. Mi chiedo che genere di contributo giornalistico pensi di aver dato alla situazione attuale dell’economia italiana. Il giornalismo dovrebbe raccontare i fatti che accadono, se accadono. Se è criticabile il giornalismo televisivo che ricostruisce le intercettazioni cosa dire del giornalismo che fa le fiction di eventi che potrebbero accadere? In attesa di vedere personalmente questa originale rappresentazione in forma di fiction immaginaria di uno scenario possibile, riporto il primo commento che questa mattina ho letto sul sito della tua trasmissione (cercavo il filmato ma evidentemente vi svegliate tardi la mattina dopo la trasmissione): “Penso che sia da irresponsabili ideare e mandare in onda la “FICTION” sul fallimento delle banche italiane. E’ stato un servizio devastante che potrebbe avere anche conseguenze sulle sorti del nostro disgraziato Paese. Io ne sono stato molto negativamente impressionato (Lello Belloni 2011-12-02 07:23:41.0). Caro Corrado Formigli, ti va riconosciuta l’originalità dell’idea della fiction immaginaria di uno scenario possibile. Nessuno potrà dire che l’hai copiata a Michele Santoro. Questa pietra miliare dell’infotainment televisivo italiano è registrabile come opera del tuo ingegno giornalistico.

***

aggiornamento delle ore 13.35

– la [ fiction ] di Piazzapulita

Pubblicità

10 risposte a "La corsa per fiction a ritirare i nostri soldi dalle banche"

  1. Massenzio 2 dicembre 2011 / 13:10

    Ci ho sbattuto la faccia contro. Ho pensato alle profezie che si autoavverano e mi è venuto in mente che la mia medico, che è stata anche ospedaliera, mi raccontava che quando il mercoledì sul giornale c’era la pagina di medicina, il giorno dopo in ospedale c’era il picco di gente che si presentava con i sintomi delle malattie descritte il giorno prima..

    Quindi, RESPONSABILITA’, quando si affrontano certi argomenti. Chi non l’ha guardata con lo spirito giusto, stamattina sarà andata a prelevare tutto, mi sa.

    • akio 2 dicembre 2011 / 14:47

      un bel “tarlo” l’avrà messo anche a quelli che hanno gli strumenti per leggerla a pieno come una fiction (tra l’altro molto ben fatta tecnicamente, relistica e proprio per questo di impatto)

  2. tecla 2 dicembre 2011 / 11:18

    Ieri sera, mentre vedevo la ‘cosidetta’ fiction (purtroppo non posso vedere Santoro, qua non riesco a trovarlo) mi chiedevo che impressione devastante potesse fare a chi non avesse gli ‘strumenti’ per capire che fosse una finzione (qualcuno potrebbe non aver visto il lancio o non riuscire a leggere i caratteri piccolissimi che spiegavano) e ho provato un forte disagio. Davvero vergognoso e inutile. Non mi aspettavo che La7 potesse abbassarsi a questo livello. Peccato.

    • akio 2 dicembre 2011 / 12:40

      ora che l’ho visto di persona è ancora peggio di quello che avevo capito dal signore che ne parlava al bar.

  3. viga1976 2 dicembre 2011 / 08:59

    tanto che c’era perchè non allargare la fiction in un’europa nazi-finanziaria e magara pure co’li morti viventi che magnano li giornalisti de la 7!^_^

    • akio 2 dicembre 2011 / 10:37

      le fiction hanno più puntate quindi lo farà

  4. liberamente80 2 dicembre 2011 / 08:55

    Akio, io già non dormivo di notte… dopo aver letto questo post dormirò ancora meno…

    • akio 2 dicembre 2011 / 10:33

      scusami, non volevo! Pensavo di aver fatto un post da ridere! Allora il link con il filmato non lo metto.

      • liberamente80 2 dicembre 2011 / 13:29

        no, dai tranquillo.

        Spero di riuscire a riconoscere ancora la realtà dalla fiction!

        buon fine settimana a tutti!

      • akio 2 dicembre 2011 / 14:45

        buon fine settimana a te!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.