Antonio Banderas va al Mulino Bianco e s’infarina

Caro Antonio Banderas, gli spot del Mulino Bianco non mi hanno mai trasmesso l’atmosfera familiare che era nelle intenzioni dei creativi pubblicitari. Mi hanno sempre trasmesso una fastidiosa sensazione di costruito e di irreale. Nel corso degli anni sociologi e mass mediologi hanno pubblicato ricerche a iosa sulla famiglia italiana descritta dagli spot del Mulino Bianco. Ora, grazie a te, avranno un nuovo interessantissimo spunto. Tu, uno dei divi cinematografici più popolari, impegnati e ricercati, che interpreti il ruolo del mugnaio, l’uomo che abita nel Mulino Bianco e ne cura personalmente la produzione. L’irrealtà finalmente è manifesta. Tu e la tua compagna di avventure, la gallina Rosita, accogliete nel cuore del mulino in piena attività i visitatori e a ciascuno di loro offrite una prelibatezza fatta con le tue manine e con le uova di Rosita. Continua a leggere