The Voice of Italy 3 condannato a tornare alla normalità, ovvero, essere un talent show musicale come tanti altri

Caro direttore di Rai 2 Angelo Teodoli, ho abbandonato la prima blind/puntata di The Voice of Italy 3, dopo un’ora.

Il tempo di vedere se avevo ragione quando lo scorso anno ti ho scritto:

Suor Cristina è stata il fulcro del fragilissimo meccanismo perfetto di The Voice of Italy 2 ma la sua vittoria ha anche decretato la sconfitta del programma. Dovrai chiedere alla produzione uno sforzo divino per non farla rimpiangere e soprattutto per allestire un cast che ti possa garantire almeno gli stessi ascolti dello scorso anno dal primo all’ultimo minuto, dalla prima all’ultima puntata. E’ così che lo scorso anno avete impiegato Suor Cristina, dosando alla precisione del millesimo orario le sue apparizioni e portandola ad esibirsi sempre nel momento in cui serviva al programma per fare il picco di ascolti. Suor Cristina vi garantiva l’attesa, la tensione, la polemica, la curiosità che ha fatto dell’edizione 2013 di The Voice, una edizione irripetibile. Avete alzato l’asticella fino al cielo e ora solo il cielo sa come superarla. L’unica possibilità che avete è di seguire l’esempio dei due baracconi allestiti da Rai 1: Ballando con le stelle Tale e Quale Show. Solo individuando dei personaggi sopra le righe, pronti a tutto pur di far parlare del programma e di loro stessi per qualche mese, The Voice potrà tentare di sopravvivere al fenomeno Suor Cristina.

Avete scelto di far riprendere a The Voice la strada di un normale talent show musicale come ce ne sono tanti in tv. Ha la sua personalità, le sue caratteristiche, i suoi rituali, ma niente che ti possa inchiodare alla tv per tutta la durata del programma. Al primo concorrente che si esibisce con una voce uguale ad altre 100.000, prendi il telecomando senza la frenesia di ritornare su Rai 2. I coach non contribuiscono a rendere The Voice of Italy 3 più interessante di Federica Sciarelli che indossa una giacca rosso melograno. J-Ax è concentrato a fare il filosofo da supermercato con battute congelate. Piero Pelù è concentrato a fare le faccette meravigliate da nonno più che da babbo. Noemi è concentrata a peggiorare la sua consolidata immagine di simpaticona. Roby Facchinetti e Francesco Facchinetti sono concentrati a sembrare più moderni di Raffaella Carrà; con scarsissimi risultati. L’unico motivo per cui potrei seguire The Voice of Italy 3 è quello di vedere come J-Ax eliminerà Chiara Iezzi, la Chiara del duo anni ’90 Paola e Chiara, che si è presentata a The Voice per rilanciarsi. Sono curioso di sapere se le parole con cui la congederà saranno esattamente queste: “Chiara, hai avuto un grande coraggio ad affrontare questa sfida, a rimetterti in gioco a 41 anni. Ho grande stima per te. Sei una grande professionista e non finisce qui il nostro rapporto. Faremo grandi cose insieme. Però scelgo Tizio, perché tu sei tu e lui non è un ca..ntante”. Caro direttore di Rai 2 Angelo Teodoli, convieni con me che è un po’ poco per inchiodarmi su Rai 2, il mercoledì in prima serata. Nei prossimi 4 mercoledì di blind auditions, darò una sbirciata ogni tanto, magari su impulso di qualche commento letto su twitter. Darò uno sguardo (con zapping casuale e non impegnativo) alle battles e ai knock out, in attesa del primo live, anche se già so che stavolta non lo vedrò dall’inizio alla fine. The Voice of Italy non è immune dalla inflazione dei generi televisivi. A tratti, ieri sera, mi sembrava di vedere il mega flop di Rai 1 Forte Forte Forte che imitava The Voice of Italy. Un corto circuito comunicativo che mi ha fatto scappare di corsa da Rai 2.

Annunci

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: