Ale contro tutti: il giovane ed eclettico chef ora fa lo spaccone

Caro Alessandro Borghese, hai sfornato un altro cooking show: Ale contro tutti (in onda su SkyUno il martedì alle 19.45 e in replica su Cielo la domenica alle ore 18). E’ una sfida ai fornelli tra te ed una famiglia che ha l’ardire di sfidare il grande telechef. La “famigghia”, come la chiami negli spot padrineschi, propone un piatto su cui si sente in grado di batterti e tu raccogli la sfida con un piglio da spaccone che è la caratteristica principale del personaggio che interpreti nello show. In tutti i tuoi programmi sei sempre stato molto sicuro di te al punto di dare l’idea di sentirti “er mejo figo der bigoncio” (almeno fino a quando non sei ingrassato cominciando a somigliare un po’ a Gianfranco Vissani).

https://i1.wp.com/i121.photobucket.com/albums/o218/akiofab/tv/alessandrobroghese-controtutti.jpg

Ma, in Ale contro tutti, la tua principale preoccupazione è quella di fare il fanatico, irridendo bonariamente gli sfidanti, mostrando la facilità con cui trovi l’idea che farà vincere il tuo piatto, scegliendo la musica di accompagnamento più appropriata al piatto. La regia alterna le tue faccette sbruffoncelle ai dettagli della preparazione dei piatti sacrificandone spesso le inquadrature a vantaggio di quelle sulle tue movenze da “Gigi chef er bullo”. In questo modo ti relazioni con gli ospiti, non solo mentre li interroghi su come stanno realizzando il piatto, ma anche quando indaghi sulle informazioni personali (lavoro, amore, interessi). Il tuo fare lo spaccone, all’inizio sembra simpatico ma nel corso del programma diventa eccessivo e poco spontaneo. Le 4/5 puntate che ho visto le hai vinte tutte tu. Certo non è un’impresa impossibile per i tre giudici (un bambino, un uomo e una donna abbonati Sky) capire qual è il piatto fatto da te e quale quello fatto dalla famiglia sfidante. Il tuo è sempre presentato in modo impeccabile, c’è sempre un tocco creativo distintivo del professionista, il sapore è sempre “più delicato”. E poi, le porzioni! Il tuo piatto arriva ai giudici sempre con quelle porzioni mignon che quotidianamente vediamo in tv preparate da decine di tuoi colleghi telechef. Sia chiaro, non vuol dire che il gioco è truccato. Persino dalla tv si capisce che i tuoi piatti sono più buoni di quelli cucinati dalle “famigghie”. Però tutte le tue faccette da “Er più” a quel punto risultano ancora più fuori luogo. E quando la giuria emette l’evidente verdetto a tuo favore, tu ti lanci in una serie di esultanze da calciatore che culminano con l’essere incoronato come “ ‘o Re”; ti inginocchi ponendo il capo a uno degli sfidanti che ti mette in testa il cappello da chef vincitore e pretendi che ti dica che tu sei “’o Re”. Caro Alessandro Borghese, facendo il telechef in un genere inflazionato come quello dei cooking show (tra cui anche il tuo Cucina con Ale su Real Time) è giusto che tu abbia cercato di dare ad Ale contro tutti una nota interpretativa per renderlo particolare e per giustificare il concetto di sfida lanciata al grande chef. Se però la nota diventa un assolo sinfonico allora più che un cooking show il pubblico assiste ad uno monoshow dello chef. Caro Alessandro Borghese, in pratica l’unico interesse che alimenta il programma è vedere se e quando arriverà il momento in cui perderai la sfida e sarai costretto ad incoronare un tuo sfidante con il tuo cappello e a dirgli a denti stretti che è “’o Re”. Un programma con un solo ingrediente a tenere alta l’attenzione di un cooking show poco appetitoso.

8 risposte a "Ale contro tutti: il giovane ed eclettico chef ora fa lo spaccone"

  1. Cinzia 8 febbraio 2013 / 23:30

    Mmmhhhhmmmmm quanto astio, sempre i “giornalisti” mi hanno dato l’impressione di invidiare terribilmente tutte quelle persone a cui riuscivano cose che a loro non accadevano neanche per sbaglio. Dopo aver letto la “critica” ho trovato Ale molto piú simpatico di quanto non lo fosse prima. A proposito lui perde, eccome e diciamolo basta con gli anoressico e le anorecssiche in tv.Ale ha un fisico che viene voglia di pizzicare, mica come Cracco o Bastianich di MasterChef che sembrano due sedani dimenticati in frigo .notte.
    Cinzia

    • akio 9 febbraio 2013 / 09:10

      Cara Cinzia, questo blog non è un blog tenuto da un giornalista. E’ un blog tenuto da me Akio, un blogger/telespettatore. Non ho astio o invidia per nessun televip. Il blog è un hobby. Il blog ha un “taglio” ironico che può piacere o meno. Il post si riferisce ad una sola puntata e si capisce bene. Ogni post è fine a se stesso. Proprio ieri guardavo una puntata di Cucina con Ale su Real Time ed è quella secondo me la migliore cosa televisiva di Borghese. In quanto al suo sovrappeso io, ahimè, ho lo stesso problema quindi figurati se lo considero un difetto. Ciao e a presto, Akio.

  2. Luciano Mancini 18 dicembre 2012 / 12:12

    Ultimamente ho provato il Borghese di Pollo da Panino Giusto e devo dire che è veramente ottimo..certo da Alessandro Borghese ci si aspetta sempre il meglio!! Guardate la preparazione http://youtu.be/KPKvtnQIQhQ

  3. mauri 14 dicembre 2012 / 09:26

    anche io come bricolage ho visto qualche puntata dove ale perde ,,mi chiedo però ,,,se tu fai tutte ste critiche,,,, ,xchè continui a chiamarlo caro alessandro ??’cmq il tuo servizio mi sembra inappropriato ,visto il successo che ha il programma ,,ti consiglierei di cambiare lavoro ,,,,,come vedi sono stato molto più coinciso di te ,,ciao

    • akio 14 dicembre 2012 / 10:09

      “caro” mauri, questo per me è un hobby, non sono un critico ma un blogger e non lo faccio per lavoro. c’è la libertà di opinione. tu esprimi la tua io la mia. se ti diverti con ale contro tutti sono felice per te. ti diverti con poco.

  4. Bricolage 4 dicembre 2012 / 09:56

    haha a me piace. Visto sconfitto 2-3 volte, certo, rispetto a tutte le puntate!
    Anche io ci ho scritto post, diverse settimane, fa!

    • akio 4 dicembre 2012 / 13:11

      complimenti per il tuo bel blog!

      • Bricolage 4 dicembre 2012 / 13:50

        grazie! anche il tuo è piacevolissimo!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.