Baby Party esagerati: ancora un programma trash su Real Time

Cara Carla Gozzi, tu che sei il simbolo elegante di Real Time come ti rapporti con l’anima trash di questa emittente? Riesci a guardare un programma disgustoso come Sepolti in casa? In passato sei riuscita a guardare Little Miss America, altrettanto trash e disgustoso? Sarebbe interessante conoscere la tua opinione anche sull’ultimo programma trash trasmesso da Real Time di cui mi sono accorto in questi giorni. S’intitola Baby party esagerati ed è l’ennesima caduta di stile di Real Time, una emittente sopravvalutata. La puntata che ho visto s’intitola “Il party di Ava regina del Nilo”. I protagonisti sono i genitori di Ava, 5 anni, che le organizzano una festa faraonica da 30.000 dollari.

https://i0.wp.com/i121.photobucket.com/albums/o218/akiofab/tv/babypartyesagerati.jpg

La trasmissione ci racconta con dovizia di particolari le emozioni di Maria la mamma di Ava che passo dopo passo sceglie gli ingredienti di questa festa ispirata alla figura di Cleopatra che sarà interpretata dalla piccola festeggiata. Un delirio di egocentrismo sconsiderato che è anche uno schiaffo alla povertà e all’intelligenza umana. Le spese esagerate per ingaggiare un ammaestratore di serpenti, una danzatrice che balla con un serpente, scenografie egizie, il catering, la torta, i gioielli come regalo alla bimba di 5 anni, sono la parte meno trash del programma. La parte più inguardabile è quella in cui la telecamera inquadra le reazioni della piccola festeggiata che esterna tutta la sua felicità per questo colossale party organizzato per lei da mamma Maria che fa il suo ingresso vestita da madre della piccola Cleopatra al braccio del marito faraone vestito con un tendaggio color verde smeraldo e blu da far rimpiangere i tempi in cui la tv era in bianco e nero. La piccola Ava fa il suo ingresso da faraona portata a spalla da quattro muscolosissimi antichi egiziani-modernissimi americani, vestiti come in un b-movie di genere. Ma, ironia e crudeltà della tv trash, basta la frase di una amichetta di Ava a smontare il mega party di Ava regina del Nilo. Al culmine della gioia di Ava-Cleopatra, una piccola invitata le si avvicina e la trafigge al cuore con questa frase: “La mia festa sarà più bella della tua”. La piccola Ava-Cleopatra non scoppia a piangere ma sul suo volto si disegna la preoccupazione per quella minaccia appena ricevuta dalla sua coetanea (deve ancora compiere 5 anni). Cara Carla Gozzi, sai spiegarmi perché una emittente televisiva italiana deve trasmettere certi obbrobri americani? Vedendo una puntata di Baby party esagerati non c’è da meravigliarsi se per colpa di certi americani è scoppiata la bolla speculativa edilizia che ha innescato la catastrofica crisi economica che stiamo vivendo. Cara Carla Gozzi, come ci si sente a fare la maestrina di eleganza e di stile in una emittente televisiva che trasmette programmi del genere? Parafrasando il titolo del tuo più grande successo televisivo mi viene da chiedervi: Real Time, ma cosa trasmetti?

Annunci

3 risposte a "Baby Party esagerati: ancora un programma trash su Real Time"

  1. ciccetta85 2 dicembre 2012 / 10:57

    Ecco, la foto rende bene l’idea di cosa mandano in onda su Real Time (a proposito, grazie per avermi avvisato 🙂
    La mia speranza è che la Tv italiana si limiti a trasmettere gli “obbrobri americani” e non inizi a produrli…

    • akio 2 dicembre 2012 / 19:56

      real time è molto sopravvalutata! trasmette delle cose terribili!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.