Cristina Parodi e una diversa tv del pomeriggio: ci sta lavorando.

Cara Cristina Parodi, La7 sta trasmettendo il promo del nuovo programma che condurrai da settembre (dal lunedì al venerdì): Cristina Parodi Live (alle ore 14:00) e Cristina Parodi Cover (alle 17:50). E’ un promo riflessivo, tranquillo (quasi new age), nel quale la tua voce fuori campo ci spiega come vorresti che fosse il programma: “Voglio fare un programma con persone che invito perché hanno un cervello e non solo una faccia. Voglio discutere con tutti senza mai litigare. Raccontare le storie di persone che non hanno ucciso nessuno. Vorrei intervistare persone che non sanno ancora di essere famose. Vorrei sempre avere due letture della stessa notizia. Voglio raccontare quello che mi fa ridere e quello che mi emoziona, con leggerezza. Voglio usare un linguaggio semplice senza mai semplificare. Vorrei usare pochi aggettivi e molti verbi”. Intanto, nelle immagini, te ne vai a passeggio (sempre molto fashion) per la città, ammiri il panorama, mano nella mano con tua figlia parli del più e del meno, prendi la mazzetta dei giornali in edicola e poi ti accomodi serafica nel tuo studio casalingo con ampie finestrature immerso nel verde, scrivi al computer, rispondi ad una telefonata che ti fa tirare fuori il tuo miglior sorriso, sorseggi una tazza di thè. Un promo che potrebbe battere un record: riuscire a far addormentare il telespettatore in soli 40 secondi. Ma forse è proprio questa la filosofia che c’è dietro la tua nuova avventura televisiva. Con poche parole ed immagini vuoi comunicarci tutta la voglia di fare una tv del pomeriggio completamente diversa da quella che andrà in onda su Rai 1, Rai 2 e Canale 5. Siamo al finale del promo. La tua voce fuori campo si interrompe e attraverso uno dei tuoi famosi primissimi piani ti rivolgi direttamente al telespettatore: “Ci sto lavorando. Mi direte a settembre se ce l’ho fatta. Vi aspetto”. Cara Cristina Parodi, sai bene che i tuoi desideri sono quelli di molti telespettatori ormai stufi dei pomeriggi televisivi italiani. Però sai benissimo che ci sono moltissimi telespettatori che ancora guardano quei programmi decretandone così la sopravvivenza. Quando a settembre si accenderanno le luci rosse delle telecamere della tv del pomeriggio, tutti i tuoi colleghi ripartiranno da uno zoccolo durissimo di telespettatori affamati di quelle storie con cui si sono cibati negli ultimi anni e che sono stati cucinati e serviti loro con abilità sopraffina al punto che il pubblico sembra non poterne più fare a meno. Senza contare che Rai 1, Rai 2 e Canale 5 non sono La7 e il loro zoccolo duro, nonostante la crisi della tv generalista, è ancora inarrivabile per La7. Cara Cristina Parodi, il promo del tuo nuovo programma si conclude con un “fuori onda” in cui dici alla troupe: “Non ho detto La7 (risata prolungata e sonora) piccolo dettaglio”. Già, cara Cristina, quel piccolo dettaglio ha già fatto vittime illustri come Serena Dandini e Sabina Guzzanti che hanno cozzato bruscamente contro il muro del prime time. E’ anche vero che se a te va male puoi sempre metterti a condurre il TgLa7 facendo respirare, felice, Enrico Mentana. Cara Cristina Parodi, un’ultima cosa riguardo alla personalizzazione del titolo del programma con il tuo nome e cognome come ha già fatto anche tua sorella. Nemmeno le sorelle Carlucci all’apice della loro sovraesposizione televisiva erano arrivate a tanto.

2 risposte a "Cristina Parodi e una diversa tv del pomeriggio: ci sta lavorando."

  1. blue 20 luglio 2012 / 13:34

    Il promo mi sfugge ancora..confesso di non averlo beccato mai 🙂

    staremo a vedere

    buonigiorni 🙂

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.