Dico no ad un week end da abbonato Sky

Caro general manager Sky terrestrial channels Susan Wakefield, mi appresto a vivere un week and come se fossi un abbonato Sky. Con una scintillante operazione di marketing regalate al pubblico in chiaro di Cielo una tre giorni di programmazione Sky con alcune tra le più prelibate pietanze riservate agli abbonati. L’operazione si chiama Sky Free Pass e inizia venerdì 20 aprile per terminare domenica 22. Sarà una scorpacciata di cose mai viste per noi telespettatori free. Tra le serie tv del momento ci regalerete una puntata di Touch, Homeland, The Walking Dead, Unforgettable, Pan Am, Luther, Dexter 6. Per i nostri pargoli free sarà un momento di gioia mai vissuta poter vedere senza pagare Ben 10 destroy All Aliens, Lo straordinario mondo di Gumball, Spongebob, Missione cuccioli e La casa di Topolino. La Premier League! Mi farai vedere in diretta Arsenal-Chelsea di Premier League! Per rilassarmi dopo tante emozioni hai pensato che dovrei farmi due risate con Natale per 2 con Alessandro Gassman e Enrico Brignano. Per la musica, assisterò ad Adele Live dalla Royal Albert Hall. Dopo questo enorme spreco di energie mi sarà venuta fame e mi gusterò con appetito Le torte di Toni e tutti gli altri programmi culinari che affollano anche l’offerta televisiva pay ma stavolta sarò invitato anch’io che non pago Sky. Caro general manager Sky terrestrial channels Susan Wakefield, sarà un week end inconsueto per i telespettatori del digitale terrestre in chiaro. Vedranno da vicino una scintilla della potenza di fuoco di Sky. Non so quanti di loro dopo questo week end decideranno di non poter più fare a meno dell’abbonamento a Sky. Sai, la stagione estiva si avvicina, la tv finisce in cantina e poi c’è la crisi che preme sui consumi superflui. Ma questo voi lo avete messo in conto e probabilmente non vi aspettate un grande ritorno in termini di nuovi abbonamenti. L’operazione Sky Free Pass però ha anche un’altra valenza. E’ un modo per mostrare i muscoli alla concorrenza, proprio quando il governo ha deciso di assegnare le frequenze digitali terrestri tramite gara. Quando a novembre si tornò a parlare di assegnarle con il Beauty Contest voi dichiaraste che non avreste partecipato alla gara con quella regola, ora chissà, potreste ripensarci e puntare parte dei vostri investimenti sul digitale terrestre. Difficilmente lo farete. Sul satellite siete leader indiscussi mentre sul digitale terrestre state faticando non poco a farvi strada nelle abitudini radicate del pigro pubblico televisivo italiano. Se devo valutare il vostro interesse per il digitale terrestre da come avete trattato Master Chef Italia allora è chiaro che il giudizio non può essere positivo. La prima edizione di Master Chef Italia è stato il più grande successo di Cielo nella stagione che sta per concludersi. Un programma nato per essere trasmesso su Cielo, dove ha ottenuto consensi e ascolti superiori alla media della rete. Anziché puntarci anche per la prossima stagione e rinforzare Cielo, avete deciso di spostarlo su Sky Uno dove gli abbonati potranno gustarsi la prima visione e i telespettatori free forse vedranno le briciole qualche giorno dopo di un programma che hanno contribuito a rendere di successo. Caro general manager Sky terrestrial channels Susan Wakefield, come telespettatore di Cielo non ci resterò male quando si spegnerà l’offerta Sky Free Pass ma ci sono rimasto malissimo per aver contribuito a decretare il successo di un programma che, anche grazie al mio consenso, “ho regalato” ai telespettatori di Sky Uno. Lo sai che ti dico. Io questo fine settimana Cielo non la guardo proprio. Tornerò a guardarla lunedì quando il palinsesto sarà tornato il solito spezzatino freddo avanzato da Sky al quale mi sto abituando dopo aver creduto che Cielo fosse una ventata d’aria nuova e non una ventata d’aria già respirata dagli abbonati di Sky.

6 risposte a "Dico no ad un week end da abbonato Sky"

  1. massenzio 18 aprile 2012 / 09:21

    Ecco..tu ieri mi hai risposto da abbonato Rai e come tale mi identifico con le tue critiche, dato che vedere sul servizio pubblico certe trasmissioni o certi personaggi è a mio parere raccapricciante.
    Su questo argomento odierno, invece, ti dirò che ho fatto una riflessione particolare, nel senso che un abbonamento a Sky mi sembra un prezzo troppo elevato, e non parlo di vil denaro, da pagare. Come una svendita di dignità da telespettatore: questa situazione che illustri con la solita arguzia e perizia ripropone pari pari le dinamiche dei pusher davanti alle scuole, quando regalano le prime dosi per coltivarsi i clienti. Quindi, mi associo al tuo “sciopero” nei confronti di Cielo, e fino a lunedi non se ne parla più, cancello il canale 26 dai preferiti.

    • akio 18 aprile 2012 / 11:32

      sciopero! sciopero! sciopero!

  2. viga1976 18 aprile 2012 / 08:12

    manco le brioche al popolo date a impuniti!

    • akio 18 aprile 2012 / 11:38

      a proposito di sciopero… che film! quello di ejzenstejn

      • viga1976 18 aprile 2012 / 16:40

        splendido.Visto e rivisto,d’altronde son amante del cinema sovietico

      • akio 18 aprile 2012 / 17:00

        quei volti, quei contenuti e poi l’uso della macchina da presa ancora oggi è un must in tutti i manuali di regia cinematografica!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.