Ballando con le stelle 8: non solo lacrime ma anche un’opera di bene. Ha dato un’altra vita ad Anna Tatangelo.

Cara Anna Tatangelo, mi ci è voluta l’ultima puntata per capire il senso profondo che dovevo dare alla ottava edizione di Ballando con le stelle quando, al termine dell’esibizione, sei scoppiata in lacrime. E’ stato un momento toccante. Milly Carlucci ti ha abbracciata portandoti sulla stellina dove l’inquadratura veniva meglio “Vieni, vieni tesoro. Vieni qua, vieni piccola. Mi date dei kleenex per favore… il trucco, dai che sennò adesso si squaglia…”.  Il pubblico in piedi plaudente, la giuria in piedi plaudente e Milly Carlucci a spiegarci le tue lacrime “Anna stava accumulando emozioni e tensione e quindi è bello sfogarsi, no?”. Tu hai il groppo in gola e quindi prende la parola Stefano Di Filippo, il maestro di danza con cui hai condiviso questa avventura professionale: “Lei ha fatto un cambiamento drastico perché è entrata a Ballando con le stelle, io non la conoscevo come la maggior parte di noi, ed era una ragazza come lo sono io, della mia età… però, io le ripetevo, con questo freno a mano tirato. Questo freno a mano che gradualmente, attraverso il ballo, attraverso il gruppo di Ballando con le stelle che ha trovato qua dentro, l’aria di famiglia, di amicizia e attraverso la quotidianità, le ha dato modo di lasciarsi andare e di diventare e di dimostrare al pubblico a casa, la vera Anna, la sua vera personalità, la sua simpatia, la sua bellezza”. Sandro Mayer ti chiede cosa significherà questo cambiamento per il tuo futuro e tu sbotti in una dichiarazione commossa e accorata: “Io pensavo già di essere cambiata veramente con la nascita di mio figlio perché mi ha totalmente cambiato. Però pensavo di essere cambiata al 100% e invece piano piano, piano piano, mi sono accorta che c’era ancora qualcosa da smussare e questa esperienza… grazie veramente a tutti perché mi avete dato un’altra vita! Grazie!”. A questo punto solo la professionalità quasi teutonica di Milly Carlucci poteva far uscire la situazione dal tunnel emozionale: “Io sono felicissima di tutto questo e credo che Anna oggi abbia completato il suo bouquet: lei canta, lei balla, lei presenta, lei parla. Tra l’altro a Ballando con te la scopriremo anche conduttrice quindi… Ti manca giusto di fare un po’ di scuola di recitazione e poi sei una diva americana!…”. Cara Anna Tatangelo, il tuo sfogo lacrimevole ha dato, ai miei occhi, un senso profondo all’edizione 2012 di Ballando con le stelle offrendo l’ennesima prova che la tv ha anche una funzione terapeutica per i televip che la fanno. Insomma non andate in tv solo per la fama e per i soldi, andate in tv anche alla ricerca di voi stessi. Fossi il direttore generale Lorenza Lei ti farei una trattenuta sul compenso perché hai usufruito di una terapia televisiva messa a disposizione dalla Rai.

4 risposte a "Ballando con le stelle 8: non solo lacrime ma anche un’opera di bene. Ha dato un’altra vita ad Anna Tatangelo."

  1. ioviracconto 20 marzo 2012 / 07:45

    Può essere che l’inferno sia questo: uno crede di trovarci fuoco e forconi e invece ti mettono davanti a una tv a guardare PER SEMPRE programmi del genere….
    🙂

    • akio 20 marzo 2012 / 09:07

      che inferno! sarebbe…

    • akio 19 marzo 2012 / 13:50

      25 anni? come se li porta male!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.