Enrico Mentana e i 20 anni del Tg5

Caro Enrico Mentana, il Tg5 sta per compiere 20 anni (nacque il 13 gennaio 1992). Toni Capuozzo ha dato il via alle celebrazioni con una puntata speciale del settimanale Terra!, di cui sei stato ospite, seduto nel tuo ex studio accanto al co-fondatore e attuale direttore Clemente J. Mimun. Avete ricordato i bei tempi della fondazione con le giuste dosi di nostalgia ed enfasi che la nascita di una testata giornalistica televisiva così importante merita. Ti sei rivisto in quella prima edizione andata in onda senza che nemmeno un servizio fosse pronto e tu, che ancora eri mitraglietta, lì a barcamenarti tra le lunghissime pause. E pensare che oggi la tua chiacchera è rallentata e senza pause ci spieghi lungamente il prima, il durante e il dopo, non solo dei servizi, ma del’intera giornata di notizie. I tuoi riccioli bruni riempivano l’inquadratura. I tuoi occhiali panoramici ti scendevano ogni secondo sul naso, costringendoti al fastidioso gesto di ritirarli su; spessissimo. Cristina Parodi fu la prima a leggere il primo tg della prima edizione delle ore 13; una fanciulla. La linea gliela avevi data tu in fase di presentazione con alla tua destra Lamberto Sposini e Cesara Bonamici alla tua sinistra (Emilio Carelli e Clemente J. Mimun erano dietro le quinte ma compaiono nella fotografia dei padri fondatori). Il filmato mostra i segni del tempo. La registrazione video magnetica su cassetta, per quanto possa essere di qualità, è soggetta a deterioramento e a quanto pare la digitalizzazione è stata fatta in ritardo (in alto appaiono le falle nel segnare video tipiche del videonastro che si sta smagnetizzando). Anch’io ricordo quell’esordio come una grande novità e ricordo che divenni un telespettatore del Tg5 con grandi speranze; via via infrante nel tempo. Laura Rio su Il Giornale (del 9/1/2012) ti ha chiesto: “Da Falcone a Borsellino, da Tangentopoli ai sequestri Kassam e Soffiantini, all’11 settembre… qual è stato l’evento che ha vissuto con più partecipazione?. La tua risposta: “Direi la guerra in Kosovo, una guerra insensata e così vicina a noi. Fummo i soli a prendere nettamente una posizione contraria. Una guerra ammantata di etica portata avanti da governi di sinistra. Certo anche l’attacco alle Torri gemelle fu fonte di grande emozione: non si capiva nulla e fu difficile andare in onda”. Caro Enrico Mentana, sia a Terra! che nelle interviste che ti stanno facendo in occasione di questo anniversario, stai mostrando molto fairplay nel parlare della rottura con Mediaset che ti ha portato a non poter festeggiare con il record di direzione il ventennale del Tg5: “Ci sono stagioni diverse. Ed è giusto che i giornali cambino pelle. Io ebbi la fortuna che quando nel ’92 mi affidarono il Tg5 il mio editore non aveva impegni politici e mi chiesero di fare un telegiornale per tutti. Ho potuto scegliere una squadra di giovani, da cui sono usciti anche parecchi direttori. E per molti anni ha funzionato il concetto: squadra che vince non si cambia. Poi si è cambiata idea” (da Il Giornale del 9/1/2012, intervista di Laura Rio). Caro Enrico Mentana, un’altra medaglia che senti di poter sfoggiare sul petto di ex direttore del Tg5, è quella di aver “fortemente voluto i faccia a faccia Prodi-Berlusconi e Occhetto-Berlusconi”. E’ vero, prima del tuo Braccio di ferro non ne avevamo visti di duelli a due tra politici. Il tuo intuito giornalistico non fece altro che evidenziare il nuovo corso dello scontro politico bipolare. In parte contribuì a darci l’illusione che quel bipolarismo all’americana avrebbe portato l’Italia al progresso e avrebbe fatto raggiungere alla nostra politica nuove vette. Oggi, rivedere le immagini di quei due duelli, ci dice che gli ultimi venti anni di politica italiana sono passati anche attraverso quelle tappe televisive. Ecco, io non me ne vanterei troppo.

2 risposte a "Enrico Mentana e i 20 anni del Tg5"

  1. viga1976 10 gennaio 2012 / 07:12

    informazione libera all’interno di uno scontro pianificato all’interno del sistema liberale.
    Se poi penso al bipolarismo,al referendum sul maggioritario,e altri disastri dell’epoca mi viene da bestemmiare

    • akio 10 gennaio 2012 / 07:19

      buongiorno viga! non volevo rovinarti la giornata!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.