L’unica utilità di Colorado: mostrare tutti i limiti di Belen

Cara Belen Rodriguez, guardare Colorado mi crea sempre un senso di regresso primordiale ma per vedere la tua evoluzione di conduttrice mi sono sacrificato: sei all’età della pietra, cara Belen, e Colorado potrebbe rivelarsi determinante nella inevitabile corsa verso l’estinzione della tua carriera. Te ne stai lì accanto ad uno che si crede un comico perché indossa un tagliere con dei salami e che ti fa battute alla Alvaro Vitali senza avere la personalità, il carisma, l’intensità e il fisico di un Alvaro Vitali. Gli altri presunti comici non sono da meno in quanto ad insignificanza artistica. La meraviglia che una trasmissione del genere vada in onda su una emittente nazionale diventa incredulità quando il regista inquadra il pubblico presente in studio che ride per battute al confronto delle quali “il colmo per un idraulico è avere il figlio che non capisce un tubo” è degna del nobel per la letteratura. Eppure in quel magma simbiotico di scadente scrittura televisiva tu riesci ad emergere per inconsistenza assoluta. La tua presenza dovrebbe distrarre l’attenzione dal nulla e invece finisce per incarnare il nulla. Se mai hai avuto qualche possibilità di diventare una conduttrice completa, con la partecipazione a Colorado te la stai giocando minuto dopo minuto di messa in onda. Tu che lotti tutti i giorni affinché non sia il gossip a danneggiare la tua carriera non ti accorgi che fare la sponda ai “comici” di Colorado ti fa più danno di qualsiasi voce su vallettopoli. Esserti infilata nel tunnel della “conduzione brillante e scanzonata” è la strada più difficile che potessi scegliere. Nella storia della televisione italiana è riuscita nell’impresa solo una grandissima come Loretta Goggi. La stessa Paola Cortellesi, che ha il potenziale per essere la nuova Loretta Goggi, ha dovuto fare un passo indietro, ma lo ha fatto a Zelig, che è sempre all’età della pietra televisiva ma almeno si sforza di passare dal Paleolitico al Mesolitico. Cara Belen Rodriguez, si lo so ho esagerato anche solo ad accostare il tuo nome a quello di Loretta Goggi. Ok, ricalibro il tiro: non sei nemmeno la nuova Natalia Estrada.

5 risposte a "L’unica utilità di Colorado: mostrare tutti i limiti di Belen"

  1. liberamente80 20 novembre 2011 / 21:41

    Belen.. almeno è sparita dalla pubblicità.
    Spero si estingua anche in tv!

    🙂

    • akio 21 novembre 2011 / 08:14

      è una fine inevitabile… quante ce ne sono state prima di lei di prezzemoline in tv…

  2. davide 20 novembre 2011 / 11:42

    bè,credo che Colorado ammazzi tutti.Anzi,ma perchè una persona con un certo talento,cosciente di avercelo,dovrebbe andare a Colorado?Ci vanno quelli che se lo meritano colorado!^_^

    • akio 20 novembre 2011 / 12:10

      belen se lo merita: ora che c’è andata lo sappiamo. buona domenica davide!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.