Inizia la stagione tv 2015/16: i buoni propositi di Caro Televip

Cari direttori di tutte le reti televisive, con l’inizio degli appuntamenti fissi nei vostri palinsesti prende il via ufficialmente la stagione tv 2015/16.

Anche il pubblico televisivo potrà così tornare alla “normalità” dopo le vacanze estive.

Da blogger tv di lungo corso vivo questa giornata senza alcun entusiasmo visto che i vostri palinsesti sono usciti per l’ennesima volta dagli uffici fotocopie e non dalle strutture per la ideazione del prodotto. Nonostante i proclami del premier Matteo Renzi, l’Italia registra una crescita dello zero virgola per cento, la produzione televisiva non è immune dalla crisi economica e senza guadagni non c’è tv perché così è stato impostato il mercato dal duopolio Rai-Mediaset e dalle due leggi che l’hanno fatto nascere e crescere: la legge Mammì e la legge Gasparri. Il blogger di lungo corso che non si limita a lanciare le vostre trasmissioni sulla base dei vostri comunicati e conferenze stampa, è chiamato ancora una volta alla difficile sfida di trovare qualcosa di significativo su cui esprimere opinioni e commenti da condividere nel modo più leggero ma concreto possibile con i propri lettori. La Rai trasmetterà programmi approvati dalla vecchia dirigenza quindi ogni giudizio sarà “inutile” perché non potrà riguardare l’operato sul prodotto del nuovo CdA, della presidente Monica Maggioni e del direttore generale Antonio Campo Dall’Orto. L’offerta generalista gratuita di Mediaset langue da anni sotto il peso della crisi economica basti pensare che il maggior successo delle sue due ultime stagioni tv (Maria De Filippi a parte) è la telenovela spagnola Il Segreto. Sul satellite, Sky si trova a fronteggiare l’offensiva di Mediaset Premium che per tre anni ha l’esclusiva della Champions League e ha acquistato i diritti di cinema e serie tv da Warner Bros e NBC Universal. Sky proverà a fare il solletico al “Biscione” e a “mamma Rai” con l’offerta in chiaro gratuita di Mtv Italia (appena acquistata), Cielo Tv e SkyTg24. La7 di Urbano Cairo ripartirà con il solito palinsesto salva-conti, fatto di talkshow sull’attualità e la politica (senza Servizio Pubblico di Michele Santoro), con Maurizio Crozza superstar e film e serie tv più o meno vecchi. Poi ci sono tutte le altre tv sul digitale terrestre, gruppo Discovery Italia in testa, che cercheranno di rosicchiare punti percentuali ai big. Come già avvenuto nelle ultime stagioni il vostro obiettivo non sarà quello di proporre programmi migliori ma di fare più ascolti della concorrenza anche se i numeri dei telespettatori della tv in chiaro si abbassano e si distribuiscono su tutte le emittenti tv ogni anno sempre di più. Cari direttori di tutte le reti televisive, in questo contesto di piattume generale, il blogger tv di lungo corso, che fa il blogger per pura passione, si impegna con i suoi lettori a trovare spunti nuovi per raccontare quello che accade in tv, come accade e perché (secondo me) accade. Lo farò con onestà, senza tesi precostituite, con obiettività e cercando di divertirmi e divertire i lettori, fedele al principio di sempre, ovvero, “amo la tv ed è proprio per questo che vorrei fosse fatta al meglio“. Cari direttori di tutte le reti televisive, anche la nuova stagione tv sarà segnata dall’avvento al potere di Matteo Renzi. Il renzismo influenza non poco il vostro lavoro. Uno Mattina, che alle ore 6.45 su Rai 1 ha simbolicamente aperto la stagione tv di tutte le tv, ha ospitato la zarina del governo Renzi, il ministro per le riforme Maria Elena Boschi. Franco Di Mare e Francesca Fialdini hanno condotto una di quelle interviste destinate a non fare alcun rumore come avviene da quando Renzi e i suoi ministri sono diventati star ambite da tutte le trasmissioni tv. La stagione tv 2015/16 inizia  come era finita: senza novità nei contenuti e sposando l’ottimismo come parola d’ordine del renzismo. Nonostante tutto questo, Caro Televip racconterà la nuova stagione tv con l’entusiasmo e la passione di sempre. Buona lettura, da Akio.

Annunci

2 thoughts on “Inizia la stagione tv 2015/16: i buoni propositi di Caro Televip

  1. tex7115698 7 settembre 2015 / 14:23

    Appare evidente che la tv generalista “tradizionale” è ormai giunta al capolinea,dato che da anni è mantenuta forzatamente in vita in regime di accanimento terapeutico. Senza investimenti considerevoli non ha alcun futuro, specialmente in un mercato che è, e sarà in futuro, sempre più globale e competitivo, dove chi ha più capitale da investire in prodotti di qualità (e vendibili all’estero) farà la parte del leone. La tv generalista sopravviverà fino a quando ci sarà pubblico anziano, poco esigente e passivo che garantirà alle reti grandi ascolti con poca spesa, dato che gli investimenti maggiori sono tutti rivolti alla pay tv. Io ho 24 anni, e posso perdonare alla Rai molte cose, ma non le perdonerò mai il fatto di aver ignorato per anni il mio pubblico. Un’azienda che dovrebbe produrre arte e non crede nei giovani – poiché, di fatto per essi non produce più nulla di decente da anni, e nemmeno assume quelli più meritevoli, (e sono certo che al nostro Paese non manchino i talenti nei teatri o nelle scuole di danza) – si preclude ogni futuro e condanna sé stessa ad una lenta, dolorosa ma inevitabile morte.

    • akio 7 settembre 2015 / 14:44

      Il tuo più che un commento è un post molto più significativo del mio non solo per quello che hai scritto ma perché è scritto da un ragazzo di 24 anni che dà alla Rai l’importanza che ha sempre avuto in un passato che giorno dopo giorno si fa più lontano. Grazie Tex, ti citerò in qualche post di sicuro. Ciao, Akio (non anziano ma di certo non ventiquattrenne)

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...