Dopo i Trl Awards 2012 cercasi nuova emittente musicale di punta del panorama televisivo italiano

Cara Valentina Correani, chi fa la vj a Mtv Italia prima o poi si rivede. Da quando l’emittente musicale è divenuta un contenitore di reality e serie giovanili made in Usa, definirvi una emittente musicale è un esercizio della fantasia. Ogni tanto però la vostra direzione si ricorda che la “M” che sta prima di “tv” un tempo significava “Music” (forse ho esagerato a mettere la “M” maiuscola). Sabato sera hai condotto insieme ai Club Dogo la serata dei Trl Awards Italia 2012. Proprio mentre Maria De Filippi si dannava la voce roca per farci rivivere le emozioni del Teatro Ariston tu ti dannavi la voce cesarona per farci rivivere le emozioni di piazza del vecchio Festivalbar. E’ stata una di quelle serate che lasciano i segni su un telespettatore come me; segni di resa. E’ una battaglia persa quella di sperare che in tv qualcosa cambi visto che passano gli anni e nulla cambia. L’ammucchiata di “star” che ha fatto da cast ai Trl Awards 2012 è stata degna delle serate del Festivalbar in cui le star erano Sandy Marton e Tracy Spencer. Il palco, le inquadrature, i playback (però c’è stato anche qualche live), gli applausi e gli urletti registrati che si alzano e si abbassano di volume all’occorrenza, tutto mi ha riportato ai terribili anni in cui il Festivalbar era un must televisivo. Quando ho visto arrivare il fanciullo Alessandro Casillo in versione Miguel Bosè “Super Superman” avrei voluto spaccare il televisore. Le esibizioni di Dolcenera, Arisa, Noemi, Francesca Michielin e Modà hanno contribuito a riportarmi ai giorni nostri ma visto che hanno cantato le loro solite canzoni, sembrava di vedere Amici di Maria De Filippi dove da 6 puntate i “big” cantano in continuazione i loro due successi. Proprio quando il sabato sera volgeva verso l’allucinante, c’è stata la svolta comica. Come d’incanto è arrivata sul palcoscenico Melissa Satta che, in coppia con un certo Riccardo Trombetta, doveva presentare il premio per il “Best Look” dando finalmente un senso al mio sabato televisvo. Le parole in libertà di Melissa Satta hanno dato ai Trl Awards 2012 il sano senso dell’improvvisazione poiché, nonostante dovesse attenersi ad un testo scritto, l’ex velina è stata abilissima a mettermi l’angoscia visto che sembrava facesse una fatica bestiale a dire le poche battute che aveva in copione. Il ridicolo però l’ha raggiunto l’organizzazione del premio assegnato a Justin Bieber (un Alessandro Casillo americano) che ha costretto Melissa Satta e l’altro presenter a consegnarlo al “national hair stylist di Loreal Paris!!!!”, a testimoniare quanto sia acqua e sapone il look di Bieber. Cara Valentina Correani, a causa del cambio di pelle di Mtv Italia, non sei più tanto presente nella programmazione di quella che un tempo era l’emittente musicale di punta del panorama televisivo italiano. E questo, a quanto ho visto sabato, per te è un bene.

Annunci

3 risposte a "Dopo i Trl Awards 2012 cercasi nuova emittente musicale di punta del panorama televisivo italiano"

  1. viga1976 7 maggio 2012 / 08:54

    è tutto molto cinematografico però,senti io è da tre anni che devo vincere il premio della critica al festival di venezia:scriviamo una bella sceneggiatura su sta roba e così pure noi diventiamo da anti pop ..pop come i soliti idioti!Oh,mio dio ho aggiunto il fattore M a una serata di scintillante celebrazione di essa!Scusami ^_^

    • akio 7 maggio 2012 / 09:25
        se scriviamo una sceneggiattura io e te ci vengono a prendere con il cellulare… e non mi riferisco al telefono
      • viga1976 7 maggio 2012 / 10:44

        ^_^ quelli hanno sempre “campo”!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.