Premio Regia Televisiva 2012: la responsabilità di dire chi è il migliore in tempo di crisi; della tv generalista e del Premio Regia Televisiva.

Caro Carlo Conti, l’autorefenzialità è uno dei mali non oscuri della tv e quindi i premi che la tv assegna a se stessa dovrebbero essere considerati come il male dei mali della tv. Ma non è così. I premi ai personaggi e ai programmi televisivi devono essere considerati un riconoscimento e una risorsa. E’ giusto riconoscere la qualità del lavoro di chi fa televisione e, certificarlo con un premio, non è esagerato, vista la importante funzione che la televisione ha nella società. Assegnare un premio ad un programma e ad un personaggio televisivo è anche una risorsa perché indica un modello di riferimento con il quale altri programmi e personaggi possono misurarsi e sposta l’asticella verso nuovi e più alti obiettivi di chi fa tv. Il Premio Regia Televisiva ha una lunga e prestigiosa tradizione che già dal titolo lo qualifica come riconoscimento alla qualità. Nella parola regia sono riassunte tutte le componenti professionali e di contenuto che si assumono la responsabilità di proporre al pubblico un prodotto televisivo di qualità sotto tutti i punti di vista. Una commissione composta da 100 giornalisti ha selezionato 9 personaggi, 3 fiction e 20 programmi che saranno i finalisti del 52° Premio Regia Televisiva. Tu condurrai la serata di consegna dei premi in diretta dal teatro Ariston di Sanremo, domenica prossima 11 marzo su Rai 1. Tra i 20 programmi selezionati ne saranno scelti 10 (da una giuria di garanzia presieduta da Gigi Vesigna) che si aggiudicheranno il premio Top Ten 2012 come migliori programmi della Televisione Italiana 2012. Tra i Top Ten il pubblico potrà scegliere con il televoto il suo Miglior Programma Televisivo dell’anno. Ok, ora che ho fatto la pappardella introduttiva come nemmeno Tv Sorrisi a Canzoni avrebbe fatto, parliamo della triste e dura realtà. Quali sono le 20 trasmissioni finaliste? Eccole: il 62° Festival di Sanremo (Rai1), Attenti a quei due (Rai1), Avanti un altro (Canale 5), Ballando con le stelle (Rai1), Ballarò (Rai3), Domenica in – L’arena (Rai1), I migliori anni (Rai1), #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend (Rai1), Italia’s got talent (Canale5), L’eredità (Rai1), La prova del cuoco (Rai1), La storia siamo noi (Rai Educational), La vita in diretta (Rai1), Le iene show (Italia1), Napoli milionaria (Rai1), Radio Londra (Rai1), Report (Rai3), Soliti ignoti (Rai1), Striscia la notizia (Canale5), Zelig (Canale5). Questi sarebbero il meglio del meglio che è andato in onda in tv? Attenti a quei due condotto da Paola Perego è uno dei 20 migliori programmi televisivi dell’anno al pari di Report di Milena Gabanelli (e magari le soffia pure il posto nella Top 10!)’? Si, va bene, ho giocato scorrettamente facendo questo confronto impari e allora aggiusto il tiro cercando di essere più equilibrato. Ballarò è uno dei 20 migliori programmi televisivi dell’anno al pari de La vita in diretta? Caro Carlo Conti, voglio vedere quale sarà la motivazione con cui dirai al pubblico che tra le 20 migliori trasmissioni televisive non ce n’è nessuna di La7 e di Sky (figuriamoci del resto delle piccole nuove tv sul digitale terrestre). Perché dovresti dirlo? E poi, La7 sarà rappresentata da Geppi Cucciari in lizza per il premio al personaggio femminile dell’anno e da Enrico Mentana che ha ricevuto la “Nomination unica come Miglior Tg”, per il TgLa7. Cioè mi state dicendo che in Italia c’è solo un telegiornale degno di concorrere al Premio Regia Televisiva 2012? Povero Corradino Mineo, nemmeno come sparring partner lo vogliono. Nomination unica per il miglior Tg? Nemmeno Vladimir Putin avrebbe osato tanto. Caro Carlo Conti, il vero, grande contributo che il 52° Premio Regia Televisiva offre alla televisione è l’ulteriore conferma che la strada per trovare una soluzione alla crisi della tv generalista è ancora lunga. Il default c’è già stato da tempo ma non si vede una ripresa.

Annunci

4 risposte a "Premio Regia Televisiva 2012: la responsabilità di dire chi è il migliore in tempo di crisi; della tv generalista e del Premio Regia Televisiva."

  1. akio 7 marzo 2012 / 15:16

    l’anno scorso sembrava al limite della mummificazione ma non meno di arltre cariatidi televisive come hai giustamente notato tu

  2. Massenzio 7 marzo 2012 / 09:35

    Caro Akio, leggerli così tutti in fila mi hanno messo tristezza….che titoli!!!! Poi, la cosa ancor più deprimente è che trasudano vecchiaia, sempre la solita sbobba tv condotta sempre dagli stessi “nonggggiovani” presentatori….insomma, se la tv deve avere una funzione pubblica, dovrebbe anche aiutare in un certo senso a crescere: questo elenco invece ha i contorni di una seduta spiritica (ed il rumore che si sente non sono le catene, ma la Perego…)

    • akio 7 marzo 2012 / 12:43

      caro masso, non ho volutamente citato Daniele Piombi proprio per non dare un colpo dell’altro secolo…

      • massenzio 7 marzo 2012 / 12:51

        Ma è ancora vivo?

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.